Azienda

La storia


Fondata da Antonio Dallai nel 1909 con sede in piazza del mercato a Borgo San Lorenzo, la ditta produceva barre di ghiaccio, acqua di soda in sifoni e gassose nella storica bottiglia di vetro con chiusura a pallina e consegna a domicilio. Alla metà degli anni ’30 la ditta si tramandò alla figlia Adriana e al marito Settimo detto Gigi. Dopo la fine della seconda guerra mondiale rimodernizza gli impianti e inizia la produzione propria di spume e bibite gasate. Negli stessi anni amplia la gamma prodotti con la commercializzazione di acqua minerale, vino e birra ottenendo la prima concessione Wuhrer. Nel 1970 subentra a condurre l’azienda il figlio Francesco che fa costruire la nuova ed attuale sede con una linea di produzione molto più efficiente sfruttando la propria falda acquifera. Registra il marchio Sorry ed espande il mercato in tutta la regione toscana, inoltre arricchisce il proprio catalogo con prodotti di settore ottenendo diverse concessioni dirette, sempre nel percorrere la strada della specializzazione e sviluppo nel settore ristorazione. Nel 1979 cessa la produzione in proprio e intraprende da pioniere quella che sarebbe stata una fondamentale rivoluzione tecnologica: gli impianti spina. Nel 1982 si associa alla Cooperativa San Geminiano Italia, colosso della distribuzione horeca. Nei primi anni ’90 i figli Giona e Duccio entrano in azienda. Nel 1993 viene acquistata ed in seguito assorbita la Pontassieve bevande. Nel 1994 riceve il premio ‘Firenze produttiva’ istituito dalla Camera di Commercio con diploma e medaglia d’Oro. Dal 1995 in poi si specializza nel settore notturno con la realizzazione e gestione di locali. Nel 1998 inizia ad importare birra Paulaner. Dal 2000 in poi completa le proprie referenze con superalcolici, prodotti da banco e generi alimentari.    


Condividi questa pagina